Quando pesarsi con una bilancia impedenziometrica?

Questi dispositivi fondano il loro funzionamento sulla impedenziometria, che indica un processo finalizzato alla misurazione di determinati elementi all’interno dell’organismo. Nello specifico queste valutazioni si riferiscono ai liquidi, alla massa grassa e alla massa magra. Di solito la loro applicazione si riteneva di pertinenza esclusiva di strutture sanitarie e centri sportivi. Mentre di recente hanno trovato larga diffusione tra il grande pubblico. La determinazione dei valori avviene veicolando nel corpo un certo quantitativo di corrente elettrica a bassa potenza e ad alta frequenza: è necessario salire scalzi sulla pedana della bilancia e stringere delle maniglie, all’interno delle quali avviene il trasferimento dell’energia. L’organismo, a seconda delle diverse entità che lo compongono, risponde in maniera differente in termini di resistenza alla diffusione della corrente.

Solitamente le parti grasse del corpo reagiscono con una minore resistenza. Anche l’acqua e i liquidi di ogni sorta rispondono senza opporre un eccessivo contrasto, perché veicolano meglio la tensione elettrica. Mentre gli strati grassi del corpo resistono maggiormente. In base ai differenti risultati è possibile valutare a quali proporzioni corrispondano gli elementi che si è inteso misurare.

Quando si usa la bilancia impedenziometrica?

Questi dispositivi possono essere utilizzati in diverse occasioni. Per esempio quando si è intrapreso un allenamento atletico e si desideri vagliare sui risultati raggiunti, tramite la conoscenza di informazioni capillari. Oppure qualora si stia seguendo una particolare dieta e si vogliano conoscere i cambiamenti che si stanno provocando a livello organico. In quest’ambito si considerano dei dispositivi fondamentali, soprattutto nei confronti di coloro che soffrono di alcune patologie legate alla circolazione, in quanto risulterebbe possibile vigilare attentamente sulle dinamiche della massa grassa. Comunque, nel momento in cui si decida di utilizzare la bilancia è necessario trovarsi in una condizione organica normale, nel senso che si deve evitare di attivare il dispositivo appena dopo aver compiuto un’attività, che ha comportato una forte sudorazione, oppure a seguito del consumo d’acqua o di cibo. Perché le rilevazioni apparirebbero sfalsate. Il momento migliore si considera la mattina, cercando di pesarsi con indosso solo gli indumenti intimi.

I modelli di bilance impedenziometriche più comuni a volte non risultano così precise. Per arrivare a conoscere dei valori in modo raffinato è necessario ricorrere a strumenti professionali, che nella maggior parte dei casi sono a disposizione di studi medici oppure centri sportivi. Anche gli studi che si occupano di alimentazione di solito sono muniti di strumenti del genere. Comunque, a meno che non si stia conducendo un percorso particolare dove è ritenuto di fondamentale importanza acquisire delle misurazioni capillari, i modelli tradizionali svolgono egregiamente le funzioni indispensabili.

Quale modello scegliere?

Il mercato offre numerose opportunità. I modelli classici di solito compiono delle misurazioni basilari, che si riferiscono principalmente al peso, alla massa grassa e a quella magra. Altri modelli, più complessi, sono idonei a porre in essere una valutazione più dettagliata. La stima che compiono comprende la percentuale d’acqua totale presente nell’organismo, di quella extracellulare e intracellulare. Il più delle volte i dispositivi sono dotati di una pedana con quattro sensori, mentre diversi generi più efficaci posseggono un manubrio su cui sono collegati due elettrodi.

Le bilance impedenziometrica evolute sono provviste anche della connessione wi-fi e possono essere collegate agli smartphone attraverso l’attivazione di particolari applicazioni. Nei riguardi di coloro che praticano sport, anche a livello non professionistico, rappresentano una notevole opportunità. Che permette di valutare con precisione i risultati raggiunti svolgendo determinate attività. Mentre nel caso si venga seguiti da un personal trainer, questo tipo di bilance sono davvero utili, perché consentono di fornire dei dati specifici in relazione a tipologie di allenamento mirate. Nonché di intervenire con maggiore consapevolezza in base ai dati ricevuti.

Back to top
Apri Menu
sceltatermoconvettori.it