Bilancia impedenziometrica: si può usare in gravidanza?

Ci sono varie scuole di pensiero: chi pensa sia meglio monitorare il peso in gravidanza e chi invece ritiene sia meglio non farsi troppe paranoie e pesarsi una volta ogni tanto. L’unica verità assoluta è che le giuste considerazioni può farle soltanto un medico e solo lui saprà dire se le rilevazioni siano utili a prevenire eventuali problematiche.

Cosa fa e cosa offre una bilancia impedenziometrica ad una mamma in gravidanza

La bilancia impedenziometrica invia piccole scariche elettriche sul corpo dell’utente che possono danneggiare sia la futura mamma che il bambino in grembo. Per questo molte donne preferiscono affidarsi a strumenti più tradizionali e gli stessi medici in gran parte ne sconsigliano l’utilizzo per un determinato periodo di tempo.

Alcuni modelli  di bilancia impedenziometrica, però, per ovviare a questo problema presentano la funzionalità di disattivare temporaneamente la tecnologia impedenziometrica.

Conseguenze dell’aumento del peso in gravidanza

Durante la gravidanza si modifica la composizione corporea: l’aumento del peso è dovuto al peso del bambino, alla placenta, al liquido amniotico, alla massa grassa, massa cellulare e ai fluidi extracellulari.

Un problema oramai molto diffuso e di rilevante importanza è quello dell’obesità materna, che può provocare un rischio più elevato di complicanze, come il diabete, l’ipertensione o la tromboembolia venosa che possono portare ad effetti molto gravi fino anche alla mortalità materna. Purtroppo in queste condizioni ci sono più mamme che partoriscono col parto cesareo o che gli viene effettuato il travaglio indotto.

Analizzare il proprio peso corporeo prima, durante e dopo la gravidanza può consentire di valutare e migliorare lo stato di salute sia della mamma che del bambino. In caso contrario si rischia di diventare sovrappeso o anche obese durante la gravidanza. Ciò  porta conseguenze negative per la salute della mamma, per via del cambiamento di abitudini alimentari e nello svolgimento dell’attività fisica che modifica i valori della composizione corporea del soggetto, e del bambino.

Perché servono riserve di grasso ad una mamma in gravidanza

Per molti medici ed esperti la bilancia impedenziometrica nuoce gravemente la salute sia della mamma in gravidanza che del suo bambino.

Durante la gravidanza, in particolare dal 2° trimestre in poi, la mamma dovrà assumere più calorie per garantire una maggiore robustezza e un miglior funzionamento del feto. Il metabolismo ha bisogno di circa 300-350 kcal in più nel 2° trimestre e di circa 400-450 kcal in più nel 3°.

Ciò non vuol dire che le mamme sono libere di mangiare tutto quello che vogliono e quanto ne vogliono. E’ sempre opportuno tenere un regime equilibrato e scegliere prodotti di qualità migliore se possibile. Ovviamente si intende che non è salutare mangiare poco o niente oppure digiunare. Dato che abbiamo tutti una composizione corporea differente, sicuramente per osservare una giusta metodologia di alimentazione, sarebbe opportuno consultare un medico, che possa mettere a disposizione professionalità e competenza nel valutare caso per caso.

Ecco i motivi scientifici per cui una donna in gravidanza ha bisogno di avere riserve di tessuto adiposo:

  • Esse servono per nutrire il bimbo nel suo grembo durante la sua crescita: se non fossero sufficienti o addirittura non ci fossero, il bambino non riuscirebbe a nutrirsi a sufficienza.
  • Servono ad evitare di esaurire le energie ed andare in acidosi: durante il travaglio e il parto la mamma e il bambino bruciano molte energie e se la prima mangia poco o digiuna rischia di compromettere la corretta riuscita del parto naturale, provocando difficoltà e dolori durante il travaglio e le contrazioni.
  • Servono anche dopo la nascita del bambino, durante gli allattamenti che fanno consumare circa 500 kcal al giorno alla mamma che allatta: più sarà lungo il periodo di allattamento al seno, più la madre brucerà calorie e perderà peso.

Da sempre appassionato di scrittura e di scrittura per il web, adesso sono Web Content Writer e Seo Copywriter.

La scrittura sul web oltre che una mia prerogativa è una mia grande passione.

Amo scrivere ed esprimermi in lingua italiana, che spero di conoscere sempre di più nel mio percorso di vita.

Ho iniziato scrivendo articoli economici e finanziari, per poi passare a quelli sportivi e calcistici, successivamente mi sono occupato di moda, abbigliamento, stile e Design.

Ora scrivo e vi parlerò di tutto ciò che riguarda la tecnologia e l’elettronica, cercando di essere sintetico ma al contempo esaustivo.

Le mie parole d’ordine sono: coerenza, originalità e utilità.

Back to top
Apri Menu
sceltatermoconvettori.it